Data  5/1/2022 9:16:30 PM | Sezione Varie Varie

PRIMO MAGGIO A ROMA NELLA PIAZZA DEI NON ALLINEATI, FRA GLI ALTRI DIRPUBBLICA E APPLET.



Pubblichiamo il documento politico consegnato oggi all’Organizzazione “dell’altro concerto” di Piazza di Bocca della Verità: chiarezza e determinazione!




È un onore ed un piacere per la Federazione Dirpubblica e per la consorella Applet essere oggi su questo palco per commemorare la giornata dedicata a tutti i Lavoratori. Quale miglior luogo per un'organizzazione sindacale come la nostra?

Siamo un Sindacato del Pubblico Impiego - attivo in tutto il panorama delle pubbliche amministrazioni, indipendente e da sempre difensore dei lavoratori, del diritto e delle libertà. Combattiamo contro ogni arbitrio e sopruso, contro ogni forma di nazismo e prepotenza da qualsiasi parte provenga, anche quando combattere non fa comodo, anche quando non è “politicamente corretto”.

Quale miglior data, oggi, per riunirci dopo due anni in cui proprio quel lavoro citato dall'art. 1 della Costituzione è stato calpestato, irriso, disconosciuto. In cui i lavoratori sono stati discriminati, emarginati, umiliati, senza alcuna retribuzione ed affamati, colpevoli non di chissà quali reati di corruzione e malversazioni (no! quelli nella nostra società vengono premiati!), ma colpevoli di aver agito secondo Costituzione e coscienza, rei di aver fatto una scelta per la propria salute consapevole, ponderata e scientifica, a volte obbligata. Abbiamo rifiutato il fideismo della scienza ed obblighi ingiusti, perché nulla avevano a che fare con la salute e la sicurezza pubblica, come molti scienziati, i più coraggiosi, onesti ed etici, sono riusciti a dimostrarci.

Ebbene, lì dove c'è un lavoratore in difficoltà, isolato, che subisce soprusi di ogni genere, dov'altro dovrebbe stare un Sindacato? Noi pensiamo che quello sia il posto giusto ed il ruolo dei sindacati.

E invece noi siamo stati quasi gli unici a scendere in piazza e a tutelare giudiziariamente i tanti lavoratori vessati: nella Scuola, fra i Medici, gli Infermieri, gli impiegati amministrativi.

Continuando la nostra battaglia, ci accingiamo a breve a intraprendere un'azione giudiziaria antidiscriminazione in sede europea, contro le attività negative perpetrate da ogni Amministrazione pubblica ai danni dei propri impiegati e dirigenti, vessati economicamente, professionalmente e moralmente.

Amici, l'emergenza, quella sanitaria è momentaneamente passata, ma l'emergenza vera, quella democratica, è appena iniziata. Ed è per questo che Dirpubblica ed Applet (si augurano insieme a tutti Voi), continueranno le loro battaglie contro ogni espressione di potere deviato da quei principi democrati ed etici per i quali i nostri nonni hanno dato il sangue.



Tags Bocca della Verità, Primo maggio, Applet