Data  12/4/2014 1:13:26 AM | Sezione Varie Varie

ROMA - SEMAFORO ROSSO ALLA CRIMINALITÀ.


Semaforo rosso alla criminalità a Roma.
Semaforo rosso alla criminalità a Roma.

"Un ciclone giudiziario che si trascina dietro pezzi di politica, di pubblica amministrazione, criminalita' ed eversione di destra".




ROMA - SEMAFORO ROSSO ALLA CRIMINALITÀ
"Un ciclone giudiziario che si trascina dietro pezzi di politica, di pubblica amministrazione, criminalita' ed eversione di destra". Esiste, dunque, un crocevia fra mafia, politica, imprese e "figure apicali della pubblica amministrazione" (come abbiamo sentito nei telegiornali, in particolare la conferenza stampa di Marcello De Vito del Movimento Cinque Stelle di Roma del 03/12/2014). In buona sostanza queste "figure apicali" costituiscono la vera chiave del sistema in quanto rappresentano il semaforo al centro del crocevia; sono quelle che hanno dato il verde e quindi consentito il malaffare. Se ci si pensa bene, nulla avrebbero potuto politica e imprese se una dirigenza libera avesse dato il semaforo rosso. Nulla, infatti, si può fare senza il coinvolgimento della P.A. - Per ciò che concerne la mafia c'è un altro discorso, essa al semaforo rosso spara; ma avrebbe dovuto sparare molte volte consecutive poiché senza il verde neanche la mafia può nulla. E' paradossale, ma il fatto che non ci siano dei morti ammazzati significa che a Roma c'è il consenso. Neppure in Sicilia accade questo! Ecco il motivo vero per il quale la politica (dagli anni '90 in poi) ha sottomesso la dirigenza pubblica ... ed ecco le amare conseguenze.



Tags Roma criminale, Mafia Capitale, imprese, politica, criminalità organizzata, eversione e figure apicali della P.A. -